Tutto quello che c’è da sapere sul marchio e come registralo

Questa è una breve guida che spiega tutto quello che c’è da sapere sul marchio e come registrare un marchio a Roma.

Che cos’è un marchio

Il marchio è un segno che serve per distinguere i beni e i servizi uno dall’altro. Ogni bene ha un suo marchio che indentifica l’azienda che l’ha prodotto. È davvero di grande importanza registrare un marchio per averne tutti i benefici e la tutela necessaria.

Come registrare un marchio a Roma

Il marchio che deve essere registrato deve essere unico, perciò non deve essere uguale ma nemmeno simile a un marchio che è già stato registrato. Per verificare che non ci siano altri marchi uguali, si deve proceder con una ricerca di anteriorità su dei data base che hanno tutti i marchi registrati negli anni. Una volta verificato che non ci sono marchi uguali o simili, si può procedere con la registrazione. Per far registrare il marchio è necessario individuare la sua categoria merceologica. La domanda per la registrazione del marchio deve essere depositata presso la Camera di Commercio e all’Ufficio Marchi e Brevetti.

Quando il marchio è nullo

Un marchio è definito come nullo quando non rispetta i requisiti fondamentali di originalità, verità, novità e liceità. Il Giudice può dichiarare un marchio nullo quando una persona lo ritiene uguale o simile al suo già registrato in precedenza. Chiunque dovesse ritenere che il marchio crea confusione, può chiedere dichiararlo nullo perché trae in inganno il consumatore. Il marchio, infine, diventa nullo quando esso entra a far parte del linguaggio comune. Esistono, infatti, molti oggetti che hanno preso il nome da un marchio come le penne a sfera o i fazzolettini, chiamati rispettivamente in linguaggio comune Bic e Clinex.

Quando il marchio decade

Il marchio che è già stato registrato può decadere se il suo titolare non ne fa uso entro 5 anni dalla data di registrazione. Se le leggi cambiano e il marchio no le rispetta più, questo decade se non rispetta il requisito di liceità.