Controlli ordinari e straordinari: le tempistiche e le differenze principali

I controlli di natura ordinaria

Ogni anno. La caldaia va fatta controllare ogni anno da una ditta caldaie beretta assistenza Roma, se la sua potenza è superiore a 100 KW. Di solito, questa è la situazione più frequente, ma in caso di dubbi è sufficiente controllare sulla prima pagina del libretto dalla caldaia dove sono indicate tutte le specifiche dell’apparecchio in uso.

Ogni due anni. La caldaia va fatta controllare ogni due anni, quando la sua potenza è inferiore al valore di soglia 100 KW. Nonostante ciò, sono davvero moltissime le persone che preferiscono far intervenire il tecnico una volta l’anno, in particolar modo prima dell’inizio della stagione fredda in maniera da essere certi del suo corretto funzionamento onde evitare di restare senza riscaldamento in pieno inverno.

Ogni 4 anni. Vi è poi una situazione particolare per quanto riguarda le caldaie a condensazione. Questa sono da far controllare una volta ogni 4 anni poiché hanno un funzionamento diverso. Oggi, se si dovesse cambiare una caldaia in fase di ristrutturazione oppure installarne una da zero in fase di costruzione ex novo, è obbligatorio, ove il camino lo consente, mettere una caldaia di questo tipo che ha diversi vantaggi, tra cui una manutenzione meno frequente che fa risparmiare nel tempo.

I motivi. Le regioni per cui i controlli sulla caldaia sono resi obbligatori per legge sono principalmente due. Il primo è legato alla pericolosità di un eventuale malfunzionamento: la caldaia che brucai gas o anche legna, potrebbe causare un’esplosione davvero molto pericolosa. In secondo luogo, brucia re gas metano produce una serie di fumi di scarico, individuati come responsabile del gas serrar e dell’inquinamento perciò è meglio controllare i livelli di emissioni per la salvaguardia dell’ambiente.

I controlli di natura straordinaria

Quando la ditta di caldaie beretta assistenza Roma deve intervenire per risolvere un guasto, allora si tratta di manutenzione straordinaria. Questo tipo di interventi non sono prevedibili e non programmabili in anticipo.