Ambulanze private e pubbliche: quali son le differenze e quali invece le uguaglianze

Le differenze

La gestione dei costi. L’unica differenza tra un’ambulanza pubblica e un’ambulanza privata Roma riguarda la gestione dei costi. I mezzi pubblici sono gestiti dal Servizio Sanitario Nazionale che copre per ogni onere. Si tratta di mezzi che devono restare liberi e disponibili a entrare in funzione nel minor tempo possibile nel caso in cui si dovesse presentare un’emergenza medica: l’assistenza medica in Italia è gratuita per tutti. Per quanto riguarda, le ambulanze private queste sono gestite da società e richieste dal singolo per soddisfare un suo problema personale piuttosto che medico. I costi relativi al trasporto con un mezzo privato sono a carico del singolo e non del SSN. Questa, a differenza di quanto pensano in molti, è l’unica differenza che esiste.

Le uguaglianze

Le dotazioni a bordo. Possono essere diverse le dotazioni a bordo di un mezzo adibito al trasporto dei disabili. Ci sono alcune dotazioni che sono per chi ha ridotta capacità motoria e altre che invece sono per le persone costrette sulla sedia a rotelle. Le ambulanze pubbliche e private hanno le medesime dotazioni, anzi un’ambulanza privata Roma è spesso modificata appositamente per il trasporto dei disabili. Le porte scorrevoli sono perfette per i disabili perché creano il minimo ingombro, lasciando tutto lo spazio necessario alle manovre per salire a bordo. Le normali porte che si aprono verso fuori sono pessime per i disabili. Un’altra dotazione molto pratica è la rampa che si apre e chiude per far salire a bordo una persona sulla sedia a rotelle, alla quale viene poi agganciata per maggiore sicurezza.

Le strumentazioni a bordo. Anche per quanto riguarda le strumentazioni a bordo m non ci sono differenze tra le ambulanze pubbliche e private: ambedue i mezzi sono dotati con tutto quello che può servire per dare i primi soccorsi in caso di emergenza. A bordo, si trovano sempre a disposizione dell’infermiere strumenti quali il cardio frequenzimetro che serve per controllare il battito cardiaco. È presente anche il kit per la rianimazione e quello di intubazione.