3 consigli top per la lotta contro i topi e i ratti

La lotta biologica

Un sistema per tenere sotto controllo la presenza di topi è introdurre il suo nemico naturale, cioè il gatto o, meglio ancora, più di uno. Si tratta di un buon rimedio tant’è che una volta in campagna tuti avevano un gatto per proteggersi dai topi e da altri roditori, come i ratti. Potrebbe essere un valido sistema ma è necessario ricordare che i gatti hanno un po’ perso il lor istinto predatorio e preferiscono stare sul divano a dormire. Inoltre, un gatto riuscirebbe a prendere un apio di topi in settimana e ciò non decreterebbe al fine dell’infestazione, poiché il nido resta intatto. Il gatto richiede cure e le spese veterinarie non sono di certo economiche.

L’attacco al nido

Come accennato prima, i migliori sistemi per la derattizzazione Roma prevedono di attaccare attivamente il nido dove è presente la maggior parte della colonia di topi. Gli esemplari adulti tronano sempre al nido dove spesso ci sono molti piccoli topi. Si tratta di animali che si riproducono molto velocemente ed è necessario intervenire al più presto sul nido se si intende risolvere il problema una volta per tutte. Il nido può trovarsi all’interno o anche all’esterno, dentro la carcassa di una vecchia auto anche o sotto dei pellet impilati e abbandonati alle intemperie. Solo gli esperti di derattizzazione Roma riescono a seguire un singolo esemplare e scoprire dove si trova il suo nido per poterlo attaccare efficacemente.

Una profonda pulizia

Un metodo per non avere tra le scatole dei topi o, peggio, dei ratti è preoccuparsi della pulizia. Innanzitutto, non devono esserci dei residui di cibo in giro e anche i sacchi delle immondizie che li contengono vanno buttati via con criterio, ben chiusi e messi negli appostiti cassonetti per l’umido. Inoltre, è fondamentale tenere pulito in cantina e anche in un capannone ed evitare gli ammassi di merce non utilizzata dove i ratti potrebbero andare a fare il nido.